Immagini ASL Brescia
Siete in: > ASL Brescia > Cittadini > Anziani e non autosufficienti > SV - Stato Vegetativo

Cerca nel sito


Oppure consulta l'indice alfabetico dei contenuti:
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Non hai trovato le informazioni che cercavi o hai trovato un dato non corretto? Segnalacelo >

SV - Stato Vegetativo

Lo stato vegetativo (SV) è una condizione caratterizzata da ripresa della veglia senza contenuto di coscienza e consapevolezza di sé e dell'ambiente circostante, secondaria a gravi cerebro-lesioni acquisite (GCA) di varia natura: traumatica, vascolare, anossica, infettiva. La condizione di SV comporta disturbi di tipo fisico e cognitivo o comportamentale “prolungati o cronici” che impediscono il reinserimento nella vita sociale della persona, pertanto questa non deve essere considerata “malata o paziente”, bensì persona con “gravissima” disabilità che può seguire terapie di prevenzione, mantenimento e cura, che tengano conto del drammatico cambiamento dello stile di vita anche dell’intero nucleo familiare.

Regione Lombardia già dal 2007 ha introdotto nuove regole che normano il percorso assistenziale delle persone in SV, in particolare dal 2012 ha definito le principali linee guida per la definizione degli Indirizzi per l’assistenza in ambito socio-sanitario delle persone in SV nella fase degli esiti, assegnando alle ASL un ruolo centrale nella fase di valutazione dei casi e di accompagnamento nel percorso assistenziale sino all’ingresso in RSA/RSD o all’attivazione di un servizio mirato per l’Assistenza Domiciliare. ASL Brescia ha elaborato ed adottato un Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA) IL PAZIENTE ANZIANO IN RIABILITAZIONE - LA GESTIONE DEL PAZIENTE CON ESITI DA GRAVI CEREBROLESIONI ACQUISITE dedicato alla cura e alla presa in carico delle persone con Gravi Cerebro-lesioni Acquisite (GCA) fra le quali anche le persone in SV.

La gestione dei pazienti con GCA prevede tre fasi principali:

fase acuta ospedaliera immediatamente successiva all’insorgenza del danno cerebrale e allo stato di coma durate la quale viene iniziato, contestualmente al percorso diagnostico, un percorso riabilitativo precoce;

fase riabilitativa post-acuta ospedaliera in cui la persona viene trasferita in strutture di degenza riabilitativa con caratteristiche idonee ai bisogni del paziente e quanto più possibile prossime alla residenza della famiglia, in cui il percorso riabilitativo, definito all’interno di programmi riabilitativi individuali, può avere durata variabile da pochi mesi ad un anno; 

fase della cronicità e degli esiti durante la quale la persona viene inserita in un percorso extra-ospedaliero, che consenta la gestione della cronicità e dei relativi bisogni di varia natura. 

Al termine della fase riabilitativa compete allo specialista della Struttura Riabilitativa certificare la diagnosi di SV, compatibile con un punteggio della Scala Glasgow (CGS) non superiore a 10, e segnalare la dimissione all’UCAM del Distretto ASL di competenza affinché vengano attivate le procedure per la dimissione protetta verso i possibili percorsi territoriali:

1.    Dimissione a domicilio, con attivazione dell’Assistenza Domiciliare Integrata (ADI)

In questo caso è previsto l’accesso degli operatori il giorno stesso della dimissione, possibilmente con il MMG/PDF.

La persona in SV assistita a domicilio può beneficiare di un Buono mensile di € 1.000,00 per l’acquisto di prestazioni di assistenza o la fornitura diretta delle stesse da parte di caregiver familiari o non.

La richiesta di contributo può essere presentata da persone:

  • in SV certificato
  • residenti in Regione Lombardia nel territorio dell’ASL di Brescia;
  • assistiti a domicilio da un famigliare caregiver;Di seguito l’elenco dei documenti necessari da allegare alla domanda:
  • La documentazione necessaria dovrà essere presentata presso le sedi  UCAM dei Distretti Socio Sanitari  ASL di riferimento senza alcuna spesa a carico del cittadino.
    -
    Certificazione medica, rilasciata dallo specialista della Struttura Riabilitativa, comprovante la diagnosi di stato vegetativo con punteggio CGS  non superiore a 10
    - Copia del documento di identità della persona in stato vegetativo
    - Copia del documento di identità del familiare/caregiver
    - Copia del provvedimento di nomina del tutore/curatore/amministratore di sostegno (se presenti).  

2.    Dimissione verso una Struttura Residenziale (RSA/RSD) con posti letto ordinari

Il passaggio da Struttura Ospedaliera/Riabilitativa ad RSA/RSD viene concordato tra specialisti dimettenti e Medico della struttura accettante che si fa carico di darne comunicazione all’ASL  per le azioni di valutazione e monitoraggio successive.

    E’ libera scelta della famiglia decidere in merito alla struttura per il ricovero compatibilmente con le disponibilità territoriali e le esigenze della persona in SV. Il costo della degenza è a carico totale del SSR (retta inclusa).

    Regione Lombardia, con la D.G.R. n 4249 del 30.10.2015 ha inteso dare continuità agli interventi a sostegno delle persone con gravissime disabilità e delle loro famiglie. L’ASL garantisce la valutazione multidimensionale e la stesura del Progetto Individuale di Assistenza (P.I.) in raccordo con il Comune e con la persona destinataria/famiglia, ai fini di autorizzare l’erogazione di un buono mensile e/o un voucher previsti dalla normativa e destinati alle persone con gravissime disabilità, a domicilio, in stato di dipendenza vitale e necessità di assistenza continua nelle 24 ore da parte di familiare caregiver e/o assistente personale.

    La modulistica necessaria utile ad ottenere il buono mensile, è disponibile di seguito e deve essere inoltrata all’UCAM del distretto ASL di competenza. 

    Modulo richiesta benefici DGR 4249/2015
    Allegato 1B - Certificazione per pazienti in stato vegetativo assistito a domicilio 
    Elenco delle strutture disponibili ad accogliere persone in SV  
    Allegato 2 - Dichiarazione impedimento sottoscrizione domanda 
    Allegato 3 - Delega riscossione benefici 
    Informativa ex Art. 13 D. lgs 196/03

    Le informazioni presenti in questa pagina non sono aggiornate, si invita a consultare il nuovo sito dell'Agenzia di Tutela della Salute di Brescia www.ats-brescia.it